28 Ott

Ecco come farsi amare.

Ecco un capolavoro di comunicazione. Coinvolgere la passione del target per veicolare vicinanza, supporto e condivisione. In poche parole, per farsi amare.

15 Ott

Quale differenza fra Branding e Marketing?

Marketing: estrema sintesi.

Promuove attivamente un prodotto o un servizio.
E’ tattico.
Costruisce messaggi per ottenere risultati di vendita: “Compra i nostri prodotti perché sono meglio dei loro” (o perché di moda, o perché piacciono a qualche celebrità o perché risolvono il problema, ecc.).

Branding strategico: estrema sintesi.

Il Branding precede e sta alla base di qualsiasi attività di Marketing.
Il Branding non spinge, attira.
Il Branding è l’espressione del valore di un’azienda, prodotto o servizio.
Comunica le caratteristiche, i valori e gli attributi del brand.
Il Branding incoraggia ad acquistare un prodotto supportando direttamente le vendite e le attività di marketing.
Attraverso un Branding strategico, il brand non dirà esplicitamente “comprami”. Dirà “Questo è quello che sono. Questo è il motivo per cui esisto. Se sei d’accordo, se sei come me, mi puoi acquistare, puoi sostenermi e raccomandarmi ai tuoi amici.”

Il Branding è strategia. Il Marketing è tattica.

Il Marketing può contribuire al successo di un brand, non c’è dubbio.
Ma il brand stesso ha più forza di ogni particolare azione di Marketing.
Il brand è ciò che resta nella mente delle persone. Clienti e non.
Il brand è in definitiva ciò che determina se un cliente diventa fedele o meno.
Il Marketing può convincerti ad acquistare una particolare Toyota.
Ma è il brand che determinerà se acquisterai solo Toyota per il resto della tua vita.

 

toyota-fleet

 

Il Marketing è un centro di costo?

Quando il Marketing è poco studiato e realizzato con approssimazione, può essere un centro di costo. Quando è ben studiato e ben realizzato, il Marketing è un investimento che si ripaga con le vendite.

E il Branding? È un centro di costo?

In superficie sì, ma il ritorno è la fedeltà.
Ciò che è veramente costoso è non averlo, o averlo fatto male.

01 Set

Easy Marketing.

A professor explained marketing to MBA students.

1 You see gorgeous girl in party, you go to her and say: I’m rich, marry me.
“That’s Direct Marketing”.

2  You attend a party and your friend goes to a girl and points at you telling her: He’s very rich. Marry him.
“That’s advertising”.

3 Girl walks to you and says: You are rich, can you marry me?
“That’s Brand Recognition”.

4 You say: I’m very rich, marry me and she slaps you.
“That’s Customer Feedback”.

5 You say : I’m very rich, marry me and she introduces you her husband.
“That’s Demand and Supply Gap”.

6 Before you say: I’m rich, marry me, your wife arrives.
“That’s Restriction from Entering New Market”.

30 Mag

Storytelling

Un buono storytelling richiede partecipazione emotiva. E la ripaga.
Guarda e ascolta cosa ha fatto Volkswagen per celebrare  l’uscita di produzione di uno dei suoi grandi successi.

19 Apr

Out of the box.

Out of the box thinking. Per promuovere l’utilizzo dell’autobus, la società di trasporti pubblici delle Fiandre in Belgio ha commissionato un commercial. Ecco la risposta out of the box dell’agenzia.

Out of the box. È pensiero laterale. È fuori dagli schemi. Soprattutto, è necessario per rendere efficace la comunicazione aziendale. Ora, per esempio,  utilizzare l’autobus è più divertente. Più cool.

01 Mar

Si fa presto a dire strategia.

Il Brand è vivo. Segue o anticipa i cambiamenti sociologici. Intercetta le nuove esigenze espresse dai mercati che mutano. Interagisce con i suoi utenti. Permette loro di vivere esperienze emozionali. Il Brand è dotato di una strategia che evolve. Che ascolta i segnali emessi dai mercati. Che sviluppa nuove modalità di contatto.

La strategia di comunicazione è diventata molto tattica. Ha necessità di liberarsi dal fare in ottica di affermazione di informazioni. Per essere efficiente, per creare percezioni favorevoli, per creare attenzione, deve saper condividere.  Non più o non solo informazioni dal Brand al pubblico ma anche, soprattutto, informazioni di cui discutere. Sulle quali basare una relazione di scambio. E trasformare il pubblico in utenti.

Si fa presto a dire strategia. Spesso, troppo presto.